Villetta Dinegro, sputi e insulti ai frequentatori

Villetta Di Negro, ovvero il degrado. A denunciare la situazione è Stefano Balleari, vicepresidente del consiglio comunale di Genova in quota la gruppo Pdl, che ha presentato una interrogazione urgente a palazzo Tursi perché la giunta comunale intervenga su uno dei parchi pubblici del centro cittadino. «I genovesi ormai hanno smesso di frequentare questo giardino - lamenta Balleari -. La situazione è andata via via peggiorando portando lontano da questo luogo mamme coi propri bambini, cittadini che portano a spasso il proprio cane e persone anziane che potrebbero altrimenti godere degli spazi verdi e del bellissimo panorama del parco».
Una situazione che si sta deteriorando nonostante il Comune abbia avuto a disposizione 800mila euro attraverso bandi dell'Unione Europea per il rifacimento di alcune parti dell'area ma restano mal frequentati e privi di controlli che possano rendere sicuro il parco: «A causa delle pozze d'acqua stagnante le grotte sono fetide ricettacolo di sporcizie ed insetti oltre che di siringhe abbandonate - racconta ancora Stefano Balleari -. Ma quello che è ancora più inquietante è la presenza di due vagabondi ungheresi che da anni dimorano giorno e notte accampati in Villetta Di negro, inseguono ed importunano i proprietari dei cani e le persone che passeggiano insultandole con minacce e sputi».
L'esponente del Popolo della Libertà chiede quindi un intervento da parte dell'assessorato competente e della polizia municipale, «sciogliendo alcune riserve e conferendogli maggiori poteri, per porre fine a questo indegno spettacolo offerto da figure reiette che con i loro atteggiamenti, a dir poco, incivili e intolleranti spaventano i passanti causandone la fuga».