È genovese l’azienda che ha tagliato il prezzo del carburante per auto

(...) gli automobilisti e i motociclisti stretti, come sempre accade durante le festività, tra le multinazionali del petrolio e il caro-benzina, il gioco è fatto.
«Negli ultimi 20 giorni abbiamo aumentato gli incassi del 30 per cento», sorride Agostino Ferretti, titolare del distributore di benzina al numero 1258 di Corso Europa. E il merito sta tutto «nel prezzo praticato alla colonnina dei carburanti che è inferiore a quello consigliato dai marchi tradizionali», assicura Ferretti nel mostrare alcuni listini delle solite compagnie, tutte abbondantemente sopra la soglia di 1,5 euro al litro per la verde. Perché da alcune settimane la pompa di benzina all'ingresso dell’autostrada di Genova Nervi non è solo una delle tre pompe «bianche» della provincia di Genova (le altre due sono a Borzoli e Chiavari) ma è anche la prima ad essersi convenzionata con la società Europam di via Sardorella. D’altra parte, «il mio è un impianto privato realizzato su di un terreno privato», sottolinea Ferretti come a dire che lui non è schiavo delle multinazionali: «Non per niente in 44 anni di attività ho cambiato sei volte insegna». L'ultima ad essere rimossa, è la conchiglia rossa e gialla della Shell tuttora accatastata dietro l'autolavaggio in attesa di essere portata via mentre gli operai finiscono di sistemare il nuovo simbolo del risparmio con la E che risalta su di un rincuorante sfondo bianco e azzurro. Sono gli operai della ex Europetrol, la società realizzata a Genova agli inizi degli anni settanta da Mario e Osanna Costantino.
Attraverso una serie di acquisizioni, e grazie anche all'ingresso di Erg Petroli, la società entra prima nel settore del biodisel e poi del Gpl fino a quando nel 2006, dopo una generale riorganizzazione del gruppo che coinvolge anche la Depositi Genovesi Spa, nasce la Europam Srl con sede proprio a Genova Bolzaneto. Si tratta di «una delle più importanti aziende italiane operanti nel settore dell'energia con un fatturato annuo di circa 500 milioni di Euro ed un organico medio di circa 500», assicura il sito ufficiale della società (Mario Costantino, tuttora presidente e amministratore delegato, è irraggiungibile per impegni di lavoro). D’altra parte la Europam non nasconde i propri obiettivi neanche sul web: «rafforzare la sua presenza nel settore della ricerca, della produzione e della diffusione di carburanti e combustibili ecologici». L'asso nella manica? «Preparazione tecnica, esperienza, dinamismo, flessibilità, serietà» e soprattutto un «ottimo rapporto qualità-prezzo», assicura l'azienda. Anche se l'imperativo per gli automobilisti rimane quello di confrontare i prezzi effettivi praticati da tutti i gestori ed essere sempre pronti a tirare diritti. Perché in certi casi, assicura Ferretti, è «migio spunciâ».