Un genovese vince a Pegli

Finalmente un genovese, Filippo Figliomeni del Tc, fa sua la vittoria finale in un riuscito torneo open del Pegli 2 che praticamente conclude la stagione tennistica genovese. Sponsorizzato dalla Thesis, Apparecchiature Elettroniche e dalla Cingi Commerciale Campari di Parma, Abbigliamento Sportivo, il torneo iscrive nel suo albo d'oro Figliomeni la cui vittoria non è stata facile (6/4,3/6,7/6) perchè conquistata contro un più che valido Matteo Trevisan del Centro tecnico di Tirrenia, diretto da Renzo Furlan. Figliomeni, da poco rientrato in campo agonistico, ha dimostrato di avere classe, intelligenza tattica e carattere, parametri tutti che fanno ben sperare in un buon 2007. Filippo, testa di serie n° 2, era entrato in gara nei quarti di finale superando in due set Alessandro Arginelli dello Sporting Sassuolo (7/5,6/1) e, in semifinale, il coriaceo Andrea Bonaffini del Tc Alba (7/5,6/1). Erano bastati due set, ma con Trevisan ne sono occorsi tre, l'ultimo dei quali vinto al tie break (7/5). Ottima l'impressione lasciata dal diciassettenne Matteo Trevisan che ha tutti i numeri per far parlare di sè anche a livello internazionale. Qualche ingenuità gli ha vietato la vittoria finale, ma il ragazzo ha evidenziato, con un fisico fatto apposta per questo sport, le caratteristiche di un futuro campione: concentrazione, visione del gioco e mezzi per farlo diventare vincente. Enrico Wellenfeld, impegnato in semifinale con l'allievo di Furlan, dopo un inizio in sordina che gli costava il primo set, ha ritrovato voglia, condizione e potenza per contrastare il suo avversario. Nel secondo set, con la regolarità dei servizi, Enrico si è portato in vantaggio per 5-4. Quando tutto lasciava supporre che si sarebbe andati al terzo, improvvisamente la luce di Enrico si spegneva e Trevisan andava in finale.(6/3,7/5)
Il torneo di Pegli, interessante fin dai primi turni, ha evidenziato anche le belle prove del 3.2 Luca Vigesi, tesserato per il Ct Spezia, che ha eliminato il 2.6 Gioele Lorenzini del Tc Alba e del pavese Erick Crepaldi che ha preso d'infilata il più quotato Stefano Bracchi.
La dirigenza del Pegli 2 manda agli archivi una nuova riuscita fatica. La correttezza di tutti i concorrenti ha facilitato il lavoro del giudice arbitro Mario Di Stefano. Puntuale e attenta la direzione del direttore del torneo Massimiliano Longato.