Gentiloni: Poste Italiane non può chiudere uffici

Poste Italiane «non ha licenza» di chiudere gli uffici postali. Lo ha detto il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, intervenendo sulla possibilità di ridimensionamento degli sportelli postali o degli uffici del gruppo, ipotizzata dall’amministratore delegato Massimo Sarmi. «Gli uffici postali nei piccoli Comuni - ha aggiunto il ministro in una nota - sono un patrimonio sociale da salvare. Le Poste non hanno licenza di chiudere e sono certo di poter contare sulla loro più ampia disponibilità, come d’altronde previsto dal Contratto di Programma con il governo. A partire dal tavolo tra Palazzo Chigi, Poste Italiane e Regione Piemonte, occorre individuare soluzioni che salvaguardino gli uffici nei piccoli comuni aumentandone il volume di attività anche in rapporto con gli enti territoriali». Fra i quasi 14mila uffici postali sparsi su tutto il territorio nazionale, alcuni, ormai, funzionano a intermittenza: un giorno sì e l'altro no. Pacchi e lettere si possono spedire solo per poche ore alla settimana, bollette e pensioni per essere pagate o intascate devono aspettare la giornata giusta.