Gentiloni va da Trump: "Con gli Usa contro il terrorismo"

Il premier italiano vola alla Casa Bianca. Trump: "Italia partner chiave per la lotta al terrorismo, ma non interverremo in Libia"

Terrorismo e migranti. Proprio mentre a Parigi si consumava l'ennesimo attentato contro l'Europa e l'Occidente, Donald Trump e Paolo Gentiloni discutevano di questi temi.

"L'Italia è un partner chiave nella lotta al terrorismo, è il secondo maggiore contributore di truppe in Iraq e Afghanistan", ha detto il presidente Usa, ringraziando Gentiloni "per la sua leadership nella ricerca di una stabilizzazione in Libia e per il suo lavoro cruciale per negare spazi liberi all'Isis nel Mediterraneo". "Siamo grati per il suo ruolo nella campagna anti-Isis", ha aggiunto Trump dopo l'incontro alla Casa Bianca. Il presidente Usa ha anche escluso un ruolo degli Stati Uniti nel Paese africano.

"Il nostro Paese è convinto del suo impegno strategico nella Nato e orgogliosa di essere tra i principali paesi contributori alla causa della pace e della stabilità in Iraq e Siria", ha aggiunto il premier italiano, che ha anche sostenuto sia stata giusta la reazione degli Usa all'uso delle armi chimiche in Siria, ma ha precisato: "L'Italia non è impegnata direttamente nelle operazioni militari in Siria e non è nei nostri programmi di cambiare questo atteggiamento".

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 21/04/2017 - 01:16

Non sia mai che si intervenga in Libia ora che serve... che continui la tratta degli schiavi per africanizzare l'Europa e distruggerla come vuole il potere massonico-sionista

Mefisto

Ven, 21/04/2017 - 01:23

Se Gentiloni è con Trump, quest'ultimo si sente molto più sicuro...

MOSTARDELLIS

Ven, 21/04/2017 - 01:26

"giusta la reazione degli Usa all'uso delle armi chimiche in Siria"? Si, peccato che hanno sbagliato bersaglio. Ancora con questa storia di Assad. I gas erano dei ribelli non di Assad!!!!!

cangurino

Ven, 21/04/2017 - 01:48

l'Italia, senza possibilità di smentite, è il più grande contributore di risorse disoccupate non integrabili in europa. In qualche cosa siamo primi. Mi sento orgo...glione.

ESILIATO

Ven, 21/04/2017 - 03:21

Ho guardato la conferenza stampa......Gentiloni almeno parla un buon inglese.

mila

Ven, 21/04/2017 - 06:14

"L'Italia e' il secondo maggior contributore di truppe in Iraq e Afghanistan". E' giusto. Le truppe coloniali devono andare dove ordina il padrone, non certo difendere il proprio Paese.

Iacobellig

Ven, 21/04/2017 - 07:17

...va da Trump a farci vergognare!

alkhuwarizmi

Ven, 21/04/2017 - 07:33

Se l'Italia non è impegnata direttamente nelle operazioni militari in Siria e non è nei suoi programmi di cambiare questo atteggiamento, in realtà è falso che l'Italia sia un partner chiave nella lotta al terrorismo, ove il Califfato è la guida ideologica degli attentati in tutta l'Europa. Per una personale simpatia per tutto ciò che è Italia, sembra che il Presidente Trump finga di ignorare che ogni giorno vengono sbarcati in Italia migliaia di clandestini, gli stessi di cui Trump cerca di limitare drasticamente l'ingresso nel proprio Paese, ben sapendo quale ne è il pericolo. Un discorso tra sordi, sapendo e volendo esserlo, in quanto il problema si verifica dall'altra parte del mondo.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Ven, 21/04/2017 - 07:42

Poveri noi, Sempre pronti alla sudditanza. Vergogna

Angelo664

Ven, 21/04/2017 - 08:00

Ammazzate oh ! Adesso Trump si che sarà al sicuro, si sentirà protetto dal Gentilone !!!

antonmessina

Ven, 21/04/2017 - 08:14

ha parlato l'essere piu inutile e dannoso del momento. dovremo pagare noi le guerre del carotato

Ritratto di Evam

Evam

Ven, 21/04/2017 - 16:04

Come si può dire insieme se uno è per debellare e l'altro per procrastinare?