Genzano, rapina e fuga con ostaggi: caccia all'uomo

Dopo il colpo all'ufficio postale romano malviventi inseguiti da una volante. Ma la banda si impossessa dell'auto della polizia. Sono ancora in fuga, ora a piedi. Con loro anche due donne sequestrate e poi rilasciate

Genzano - Tre uomini hanno tentato di rapinare questa mattina intorno alle ore 8 l’ufficio postale di Via Rosselli a Genzano, nei dintorni di Roma, sequestrando e poi rilasciando due donne. I tre si sono anche impadroniti di una macchina della polizia. Armati di pistole i tre hanno fatto irruzione nelle poste. Sul posto è giunta immediatamente una volante della polizia. I tre allora hanno preso in ostaggio due donne e chiesto le chiavi della volante per scappare. A nulla sono serviti gli spari in aria degli agenti. Dopo poco, però, i tre uomini hanno rilasciato le due donne e abbandonato l’auto, proseguendo la fuga a piedi: la polizia sta perlustrando il territorio di Genzano.

La dinamica Gli agenti della volante una volta all’interno dell’ufficio postale si sono accorti che qualcosa di strano stava accadendo, ma sono stati rassicurati dal direttore e sono usciti. Immediatamente dopo sono usciti anche i rapinatori con due donne in ostaggio. Sotto la minaccia delle armi i tre si sono fatti consegnare dai poliziotti le chiavi della volante. Con loro hanno portato anche gli ostaggi che hanno poi abbandonato lungo la strada assieme all’auto. Sul posto per seguire le indagini sono arrivati agenti della squadra mobile della questura di Roma. Le due donne non hanno riportato ferite, ma sono in evidente stato di shock. Sono in corso perlustrazioni per cercare di individuare i malviventi che al momento hanno fatto perdere le loro tracce. Da quanto hanno spiegato le fonti investigative sembra che la rapina non sia andata a buon fine. Gli inquirenti stanno ascoltando il direttore dell’ufficio postale per cercare di ricostruire esattamente la dinamica dell’accaduto.