La geometria regina dei nuovi rubinetti

Veronica Forti

Nel mondo del bagno le tendenze attuali impongono la scelta di sanitari e arredi che sempre più si allontanano dalle vecchie tipologie di una volta. Un ambiente spazioso e molto luminoso, con sanitari firmati da grandi designer, mobili spesso simili a quelli del soggiorno. Oggetti e complementi preziosi. È quindi naturale che anche i rubinetti diventino dei pezzi d'arredo e non solo strumenti di uso quotidiano. Ad esempio, una linea raffinata e rigorosamente hi-tech rende inconfondibile il miscelatore monocomando della collezione Spin, disegnata da Raul Barbieri per Zucchetti. La linea cilindrica così caratterizzata di questo prodotto è la reinterpretazione di un modello storico di Zucchetti, sempre progettato da Raul Barbieri nell'ormai lontano 1986, lo Zetamix 3000. Allora fu considerato un miscelatore rivoluzionario e ancora oggi il suo discendente non ha perso questo suo appeal, di oggetto funzionale dalle linee futuriste. Cilindrico è il corpo del miscelatore Spin, perfettamente perpendicolare al piano d'appoggio, dal quale protende ad angolo retto la bocca, anch'essa cilindrica. Cilindriche, ma di dimensioni notevolmente contenute, sono l'astina di comando della miscelazione dell'acqua inserita nel cappuccio, e l'astina del salterello. Una struttura quindi composta da forme geometriche morbide che si intersecano tra loro, consentendo di spaziare tra diverse finiture e abbinamenti di colori e materiali. La linea Spin comprende varie versioni per lavabi, bidet, vasca e doccia oltre che alcune soluzioni dedicate alla cucina. Sono tutti modelli che, grazie anche alle loro dimensioni importanti, ben si armonizzano con i sanitari e i lavelli più moderni, caratterizzati da linee squadrate e materiali tecnologici, offrendo allo stesso tempo ottime prestazioni, raffinatezza e facilità di manutenzione. Per ogni ulteriore informazione, tel. 0322-954700 e www.zucchettidesign.it.