Le geometrie di Palladio e Mondrian

Il caso Fiat, paradigma del rapporto tra politica e imprese, è al centro dell’analisi di Luca Germano (Governo e grandi imprese, Il Mulino, pagg. 252, euro 22,50), che parte dagli anni ’70, il periodo aureo del rapporto tra dirigenza industriale e decisori pubblici, e arriva fino al 2007, quando la più accentuata regolazione sovranazionale ha imposto allo Stato italiano l’adozione di vincoli ferrei, riducendo la possibilità di provvedimenti discrezionali a favore del «campione nazionale». Una situazione che ha favorito la maturazione, all’interno della Fiat, di una nuova cultura d’impresa, basata sul rilancio della strategia competitiva, attraverso alleanze internazionali volte alla riduzione dei costi di produzione.