George de La Tour reinterpretato dall’arte dei writer

Georges de La Tour reinterpretato da sei giovani street artist che dalla mostra Eni a Palazzo Marino espongono i loro progetti allo spazio Superground di via Bussola, 4. Il fascino immutato di luce e ombra, interpretato con tecniche tradizionali e nuove, gioco di specchi tra il XVII secolo e la street art. Così è la staffetta tra Georges de La Tour e sei giovani artisti contemporanei: Ivan, Nais, Seacreative, Tawa, Tvboy e Pao.
Appena dopo il ritorno al museo del Louvre dei capolavori del Caravaggio francese (ammirati a Milano da 210.000 visitatori), il 9 gennaio, è iniziato il lavoro dei giovani artisti che hanno dipinto il muro dell'allestimento, nell'arco di una sola notte, nei chiaroscuri della Sala Alessi e con la condivisione web in live streaming. La performance Scambio d'autore è stata organizzata da Eni in collaborazione con il Comune di Milano, a cura di Art Kitchen e Jacopo Perfetti. Il muro, tagliato nei diversi segmenti delle singole opere e trasferito al Superground di Via Bussola 4, da domani sarà esposto al pubblico con ingresso libero.
Nel passaggio tra Palazzo Marino e il Superground, il muro di La Tour diventa anche simbolo del legame tra le varie aree e anime della città, il centro e la periferia che si incontrano come terreni comuni della medesima pratica artistica, con l'arte come linguaggio attraverso cui spazio politico e sociale dialogano.
Durante l'esposizione verrà proiettato il video della notte trasmesso in diretta su www.lucisullarte.it.