Geppi Cucciari tra ironia e beneficenza

Verve travolgente, ironia dolce e amara. Con Geppi Cucciari, in scena questa sera al teatro Smeraldo, con il monologo Si vive una volta. Sola il palco si tinge di rosa. Infatti la nota comica di Zelig in occasione della replica milanese dello spettacolo (scritto con Lucio Wilson, regia di Paolo Galassi), che l'ha vista impegnata sui palcoscenici d’Italia per due anni di seguito, dedica la serata ad un progetto per la prevenzione dei tumori femminili. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza a Spazio Prevenzione, Associazione Onlus attiva in ambito oncologico dal 1996, di cui Geppi sarà madrina ufficiale. Non solo. Per tutte le donne tra i 25 e i 45 anni il biglietto avrà un costo ridotto, e nel foyer sarà disponibile materiale informativo e una card per una visita gratuita al seno presso gli ambulatori di Spazio Prevenzione.
Il mondo delle donne è sempre al centro dei monologhi della pungente comica che ha interpretato nella sua carriera personaggi molto diversi tra loro, come quello di una delle simpatiche detenute di un carcere, all'interno della sit-com Belli Dentro, per cui ha vinto la Telegrolla come miglior attrice, dando prova di essere all'altezza dei ruoli più disparati. Ma è soprattutto l'universo delle trentenni single, su cui lo spettacolo punta i riflettori, a tracciare un ritratto agrodolce e preciso di donne alla ricerca dell'anima gemella.
Si vive una volta. Sola
Questa sera ore 21
Teatro Ventaglio Smeraldo
Informazioni: 02.29006767