Gere: «Recitare è una droga»

«Anche recitare è una droga». Lo dice Richard Gere in un’intervista a Grazia. «C’è una parte di te - prosegue l’attore - che da fuori dà un giudizio artistico di quello che stai facendo, ma c’è poi qualcosa dentro che ti guida e può portarti in luoghi pericolosi, fisicamente e psicologicamente». in The Hunting Party, suo ultimo film, Gere interpreta un cameraman spericolato che con un giornalista si mette alla ricerca di un criminale violento e senza scrupoli.