Gergiev lo ricorda alla Scala

Da russo a russo, da musicista a musicista. Il Maestro Valery Gergiev e la Filarmonica dedicheranno alla memoria di Mstislav Rostropovich, il grande violoncellista e direttore d’orchestra appena scomparso, il concerto di questa sera alla Scala. Gergiev dirige Brahms (Concerto per violino opera 77) e la quinta sinfonia di Prokofiev. Con Gergiev e la Filarmonica, alla Scala si esibirà Nikolaj Znaider, giovane e famoso violinista nato in Danimarca da genitori israelo-polacchi. Il concerto sarà trasmesso in diretta da Radio3 e in differita da Rai3.
Gergiev ricorda con affetto e partecipazione il maestro scomparso: «Non solo Mstislav Rostropovich era un grande musicista, uno dei più grandi violoncellisti di tutti i tempi, ma era anche un grande amico della Scala». E aggiunge un ricordo personale: «Al mio debutto con la Filarmonica, era il 7 maggio 1990, Rostropovich era il solista: eseguimmo le Variazioni rococò di Cajkovskij. Rostropovich ha insegnato a noi tutti non solo ad amare la musica e il nostro strumento, ma anche il nostro Paese».