La Germania discute la difesa e il fumo

Claudio De Carli

I tedeschi letti dai tedeschi è un coro che non fa una grinza. «Una difesa da incubo», titola la Bild che foraggia circa 12 milioni di tedeschi con i crauti sullo stomaco dopo la doppietta del costaricano Wanchope.
Non è stato un esordio storico come il numero delle reti, sei, record mondiale. Una valanga di critiche hanno asfaltato Klinsmann e la sua difesa, l’allegra accoppiata Metzelder-Mertesacker ha messo tutti in ansia: «A noi tedeschi sarebbe piaciuto vedere una partita con meno tensione - continua la Bild -, la difesa ci preoccupa e questo non è di buon auspicio in vista di un probabile ottavo di finale contro Svezia o Inghilterra. Ora Klinsmann deve riflettere bene su come metterci una buona volta al sicuro nel reparto difensivo».
Nonostante l’acceso dibattito sulla riforma sanitaria con l’associazione dei medici che minaccia un’escalation degli scioperi, e l’introduzione del divieto del fumo nei locali pubblici che sta scatenando reazioni durissime da parte dei tabagisti, le pagine dei quotidiani tedeschi aprono tutte sulla nazionale: «Un gioco rischioso», commenta Frankfurter Allgemeine Zeitung che critica pesantemente la retroguardia, e Sueddeutsche puntualizza: «Se la Germania sorride in attacco con Schweini e Poldi (come vengono familiarmente chiamati Schweinsteiger e Podolski), la difesa fa solo smorfie». Tutti hanno letto la partita allo stesso modo, la Frankfurter Zeitung osserva: «La prima tappa verso la finale tanto sperata non è stata proprio una passeggiata dal momento che la difesa ha mostrato ancora volta le sue debolezze».
Con i panzer divisi in due, male dietro e bene davanti, ecco però che interviene il capitano assente Michael Ballack che nel tentativo di mettere in guardia i suoi compagni, riesce in un difficile tentativo di involontaria comicità: «Se concediamo occasioni, subiamo gol». Alla faccia dei commenti sui nostri poveri azzurri, sempre tacciati di parlare molto e alla fine non dire mai niente di intelligente. Ma c’è dell’altro, il capitano puntualizza: «Dalla prossima partita dobbiamo aver presente che i nostri avversari se avranno delle opportunità, cercheranno di sfruttarle». Benvenuto al Mondiale.
Sarà per questo forse che la Frankfurter Allgemeine Zeitung commenta: «Il 4-2 della partita d’esordio pone più domande che risposte»?
Probabilmente sì, a patto che non vengano rivolte al capitano Michael Ballack.