Germania e Austria promuovono Pirelli

Bruno De Prato

da San Donato Milanese

Il modello R è, da sempre, il cordone ombelicale che, per spirito e classe, lega le nuove generazioni di moto Bmw equipaggiate dall’attuale, potente edizione del bicilindrico Boxer, alla più pura tradizione motociclistica bavarese. Nel 2004 il bicilindrico Boxer ha subito una sostanziale evoluzione basata, in primo luogo, sull’aumento della cilindrata da 1.150 a 1.200 cc.
Ancora più significativa è stata l’evoluzione della termodinamica che ha consentito di fare ricorso a un rapporto di compressione, 12:1, eccezionale per un motore raffreddato ad aria, e conseguire livelli di potenza e di coppia estremamente elevati, che fanno del classico bicilindrico bavarese lo standard di riferimento della categoria. La nuova edizione della R 1200 R ne utilizza la versione con potenza intermedia: 109 cv a 7.500 giri con coppia massima di 115 Nm a 6mila giri. Lo stesso propulsore è condiviso dai modelli R 1200 RT e R 1200 ST. Di quest’ultimo, la nuova R 1200 R condivide anche la ciclistica, ma con in più il non marginale vantaggio, a 198 kg a secco, di pesare alcune decine di chilogrammi in meno, rientrando nello sparuto novero delle maxi sotto i 200 kg.
R 1200 R è, secondo tradizione, una «nuda» da turismo che unisce eleganza, classe, fruibilità ed enorme piacere di andare su due ruote. Il design è impeccabile per nitidezza e fluidità di linee e tale si conferma in entrambe le colorazioni proposte: uno splendido nero lucido con filetti bianchi (come ai bei tempi) e un grigio metallizzato opaco molto intrigante.
La R 1200 R offre ampie possibilità di personalizzazione, a partire dall’altezza della sella (si può scegliere tra 770 mm e 830 mm da terra per arrivare all’Abs, eventualmente integrato con il controllo Asc (anti-slittamento) e alla regolazione elettronica delle sospensioni Esa, per citare alcune delle esclusive Bmw. Ma ci sono anche le manopole riscaldabili, altamente raccomandabili per i centauri doc, cioè «ognitempo».
La Bmw R 1200 R (a listino per 12.350 euro) si distingue per maneggevolezza, agilità e tenuta ad angoli di piega da vera sportiva. Ma ha anche una scatto formidabile, una progressione fluida - possente ai bassi - con un grintoso allungo agli alti, come solo il grande boxer Bmw sa offrire. L’impostazione in sella è molto confortevole, eretta e al contempo raccolta, perfetta per la guida sia nel traffico che nelle lunghe volate in autostrada.
Ma è comunque il misto su una strada solitaria in collina il terreno di caccia di questa signora di gran classe, ma che non ha certo timore di sfidare qualche bella sportiva su un tracciato del genere, forte di una ciclistica impeccabile e sicura e di un motore straordinario per la densità della sua risposta in potenza, a qualsiasi regime. E la velocità massima è di oltre 225 orari.