Germania e Giappone si daranno gran battaglia

Come accade in tutti gli anni pari, un mese fa l’Intermot di Colonia ha preceduto Milano nel calendario delle esposizioni internazionali dedicate alle moto, tuttavia ciò non ha rappresentato un ostacolo, perché la Germania non ha tolto interesse all’Eicma. Lo conferma il fatto che la stessa Bmw, che nel motor show di casa ha presentato le inedite maxi turistiche K 1600 nelle versioni Gt e Gtl, spinte da un motore a sei cilindri in linea, riserva qualche sorpresa anche a noi. È il caso della R1200 R, una tra le nude più apprezzate sul mercato italiano, che si presenta profondamente rinnovata. Nuova è anche la G 650 Gs, che va a completare la famiglia delle enduro stradali.
Anche Honda ha deciso di gratificare il pubblico con una serie di nuove proposte. Sono addirittura otto, e tra queste ce ne sono alcune decisamente sostanziose. È il caso della rinnovata Hornet, che ha il compito di prolungare il successo di una tra le naked più apprezzate, ma anche della Cbr 250, versione di accesso alla famiglia delle sportive di razza giapponesi. Tuttavia l’attenzione è concentrata sulla Crossover, il modello tutto nuovo attorno al quale Honda ha creato curiosità diffondendo a più riprese bozzetti e viste parziali. Il nome, preso in prestito dal mondo automobilistico, indica che si tratterà di un modello trasversale, in grado di coniugare differenti impostazioni di guida. Yamaha punta invece sull’elettrico: lo scooter Passol, veicolo con motore a emissioni zero da 1,4 kW, molto leggero (solo 56 kg), con un’autonomia di 43 km a 30 orari. L’attenzione di Kawasaki sembra rivolta al vintage, come dimostra il lancio della W800, evoluzione della W650 vista in passato. Una moto vecchio stile, ma prodotta con la tecnologia di oggi, pensata per i nostalgici, con faro tondo cromato e linee tipiche degli anni Sessanta. Suzuki, da parte sua, conferma l’interesse per i modelli dalla vocazione sportiva. Arrivano quindi le versioni ulteriormente evolute e potenziate delle Gsx-R del segmento medio, vale a dire le 600 e le 750.