Germania Fu un agente Stasi a dare il via al ’68 tedesco

Era un agente della Stasi il poliziotto che uccise lo studente Benno Ohnesorg il 2 giugno 1967, durante una protesta a Berlino Ovest contro una visita dello scià di Persia. È quanto risulta dagli archivi della polizia segreta dell’ex Rdt, che oltre 40 anni dopo quell’omicidio mai completamente spiegato, fanno nuova luce su un episodio che segnò la storia del Paese alimentando gravissime tensioni. L’assassinio di Ohnesorg, a colpi di pistola alla testa, da parte di un agente in borghese, alimentò infatti non solo le proteste di sinistra della «Generazione del 1968» nell’allora Germania Ovest, ma anche la nascita delle Brigate rosse tedesche.