Germania «Lingua tedesca in Costituzione» Bufera politica

Ha scatenato una bufera politica in Germania la richiesta approvata dal congresso della Cdu a Stoccarda di inserire la lingua tedesca nella Costituzione. Spd e minoranza turca hanno condannato l’iniziativa, da cui ha preso le distanze anche il cancelliere Angela Merkel. La mozione approvata dal partito cristiano-democratico chiede che nella Grundgesetz, la Costituzione federale, sia inserita la frase: «La lingua della Repubblica Federale è il tedesco». Il presidente del Bundestag, Norbert Lammert, ha sottolineato che non si tratta di una rivendicazione nazionalistica, perchè la maggior parte delle Costituzioni europee contengono formule analoghe. Ma questo non ha placato le polemiche. «Si tratta di una richiesta assolutamente pleonastica», ha commentato il presidente della Commissione Interni del Bundestag, Sebastian Edathy (Spd). Per il presidente della comunità turca in Germania, Kenat Kolat, «risulta difficile comprendere perchè all’improvviso ci sia la necessità di inserire la lingua tedesca nella Costituzione».