Germania, rilasciati iraniano e libanese autori di una strage

Organizzarono un attentato in un locale di Berlino

da Berlino

Un cittadino iraniano e uno libanese, condannati all’ergastolo per aver organizzato nel 1992 un attentato in un ristorante tedesco in cui morirono quattro politici curdi-iraniani, sono stati rilasciati da un carcere di Berlino.
L’iraniano Kazem Darabi, principale responsabile dell’attentato, è stato scarcerato all’alba di ieri. Subito dopo è stato trasportato a Francoforte sul Meno, da dove nel pomeriggio è stato rimpatriato in Iran. Il suo complice, il libanese Abbas Rhyael, era stato già espulso il 6 dicembre, ha spiegato all’agenzia Associated Press Frank Wallenta, portavoce della Procura federale. In ottobre la Procura federale aveva annunciato l’intenzione di rilasciare i due iraniani. Secondo la legge tedesca, dopo almeno 15 anni di carcere un cittadino straniero può essere rimpatriato.
Darabi e Rhyael erano stati condannati nel 1997 perché riconosciuti colpevoli di aver ucciso cinque anni prima, all’interno del ristorante «Mykonos» a Berlino, quattro politici iraniani dell’opposizione in esilio. Il processo fece molto scalpore, in quanto un tribunale tedesco accusò la dirigenza iraniana di «terrorismo di Stato» per aver ordinato l’attentato. Già in ottobre erano circolate alcune speculazioni su un possibile legame tra il rilascio di Darabi e quello di Donald Klein, un pescatore tedesco scarcerato nel marzo di quest’anno dopo aver trascorso 16 mesi di prigione in Iran. Il governo tedesco ha però smentito qualsiasi collegamento tra le due vicende.