Germania, uccide il marito e lo getta nel gabinetto

Una donna macedone di 52 anni è ricercata dalla polizia di Duesseldorf. E' sospettata di aver ammazzato il marito, averne fatto a pezzi il corpo e di averlo fatto sparire nel water

Duesseldorf - Una donna macedone fino a qualche giorno fa residente in Germania è ricercata dalla polizia perché sospettata di avere ucciso il marito e di essersi sbarazzata del corpo, dopo averlo fatto a pezzi, gettandolo nel water del bagno di casa. I sospetti si sono subito concentrati sulla donna (52 anni) poiché lei stessa, secondo quanto scrive la stampa tedesca, avrebbe detto ai figli di aver "scaricato" il corpo del loro padre nel bagno. L’uomo, un tassista di 58 anni che pesava 100 chili, è scomparso tre settimane fa e la polizia ritiene inoltre che una parte del suo cadavere sia stata gettata nei cassonetti della spazzatura.

Nel water Alcuni vicini di casa della coppia, secondo i quali i due coniugi si odiavano, hanno raccontato di avere sentito lo scarico dell’acqua diverse volte la notte della scomparsa dell’uomo. Da parte sua, la polizia scientifica ha osservato che le pareti della casa sono state lavate e ridipinte di recente, ma che le analisi hanno comunque individuato tracce di sangue sui muri del soggiorno, del corridoio e del bagno. Sembra che la donna, che si sarebbe rifugiata in Macedonia, avesse già cercato più volte di uccidere il marito in passato, almeno in un’occasione con il veleno e in un’altra a colpi di martello. La polizia si è detta sorpresa che l’uomo non abbia mai denunciato la moglie per tentato omicidio.