Geronzi, Carli e «le lobby di sistema»

C’era attesa per l’intervento di Cesare Geronzi (nella foto), ieri a Montecitorio alla consegna del premio «Guido Carli», prima uscita dopo le dimissioni da Generali. Ripercorsa la stagione e le grandi qualità dell’ex governatore di Bankitalia, così lontano dai comportamenti ipocriti diffusi anche «nel mondo della finanza», non sono mancati i riferimenti all’attualità: «Senza una logica di sistema, trionfano le lobby», ha detto Geronzi, che ha usato un termine caro ad Antonio Fazio, quella «parresia» (parlar chiaro) che fece epoca. Chi avesse dubbi sul suo futuro attivismo, Geronzi ha ricordato: «Quando Carli intuì alcune «manovre oscure, si dimise per poi riprendere con rinnovato impegno nuove strade».