Gerrard Notte in cella per una rissa al pub con 5 amici L’interista Jimenez denunciato: lesioni a un ex del Chievo

Londra Prima i due gol che hanno fatto volare il Liverpool in classifica. Poi la rissa da branco. Quindi l'arresto e la notte trascorsa dietro le sbarre, come un qualsiasi hooligans. Fine anno di forti emozioni per Steven Gerrard, capitano dei Reds, fermato dalla polizia di Merseyside in seguito ad una rissa scoppiata nelle prime ore di lunedì fuori da un ristorante di Southport. Secondo le prime ricostruzioni il nazionale inglese, assieme ad altri cinque uomini, avrebbe preso parte a una violenta colluttazione che ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. A farne le spese un 34enne, ricoverato d’urgenza in ospedale con ferite al volto. Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente. «Stiamo svolgendo le indagini del caso, per il momento possiamo solo confermare il fermo temporaneo di sei persone», il laconico commento delle forze dell’ordine. Una brutta avventura per uno dei figli prediletti di Liverpool, che stava festeggiando la vittoria a Newcastle (propiziata dalla sua doppietta) e il conseguente allungo in classifica (tre punti di vantaggio) sul Chelsea. Il Liverpool, così come l’interessato, ha preferito declinare ogni commento.
Nei guai per una rissa con annessa denuncia per lesioni è finito anche l’interista Luis «Mago» Jimenez. Secondo il quotidiano cileno La Cuarta vittima del calciatore nerazzurro è stato il collega Mauricio Pinilla, attaccante oggi in forza ai brasiliani del Vasco da Gama e che in passato ha giocato anche in Italia, nel Chievo. I due si trovano in questi giorni in Cile per le festività natalizie e di fine anno. Jimenez avrebbe aggredito Pinilla in una discoteca, almeno secondo la denuncia di quest’ultimo. Nel verbale la «vittima» afferma di essere stato colpito per tre volte, con particolare violenza con un corpo contundente. Il risultato: trauma cranico e una leggera lesione cervicale. Alla base dei dissapori tra Pinilla e Jimenez sarebbe il fatto che nel 2007, mentre l’interista era in ritiro con la nazionale cilena, alcuni reporter avrebbero notato la lussuosa auto della moglie del giocatore parcheggiata per una notte intera davanti a casa di Pinilla. L’episodio non ha avuto conseguenze sul matrimonio di Jimenez, che però evidentemente non avrebbe dimenticato.