Gerry Scotti: vorrei Fiorello a Radio 101

Gerry Scotti è il nuovo presidente di R101, l’emittente radiofonica Mondadori della quale era già vicepresidente da più di un anno. «La radio è il mio primo amore - dice Gerry Scotti al settimanale Sorrisi e canzoni - non avrei mai potuto rifiutare questa nomina che è un premio ai miei trent’anni di carriera. Chi mi vede in tv non sa tutto di me. Non sono solo un bravo conduttore, sono un buon manager. Ho usato quest’anno da vicepresidente per mescolarmi tra le truppe. Prima di accettare i gradi volevo assicurarmi di essere accettato e rispettato. Mi sono trovato a parlare con l’editore Marina Berlusconi da un lato e a prendere il caffè con i tecnici della radio dall’altro. Non smetterò di fare né una cosa né l’altra».
Scotti ha cominciato come dj in una radio locale e ora si ritrova presidente di una grande emittente nazionale: «Proprio in questi giorni, trent’anni fa, iniziavo a trasmettere a Radio Hinterland». Gerry assicura che sarà un presidente democratico della radio che ha aumentato gli ascolti del 42% rispetto all’anno precedente, entrando nella top ten dei network più ascoltati. «Nella nostra squadra vorrei Fiorello. So già che mi dirà di no, sta troppo bene a Roma. Ma da noi la porta è aperta. Inoltre, mi piacerebbe separare i due fratelli di Radio Deejay, Linus e Albertino, ma più che altro per dispetto». Anche da presidente, però, Gerry continuerà ad andare in onda con Sbanca 101. «Aumenteremo il montepremi, vorrei arrivare a un milione di euro».
E poi, per il conduttore che sta per rinnovare per tre anni il suo contratto televisivo con Mediaset, c’è anche un sogno: riportare La Corrida in radio, dove è nata.