Per un gestaccio Gli ucraini contro Stankovic: «Ci ha offesi»

Non ha ancora vinto niente, ma questo è un risultato che spalanca l’Europa più dei due gol, i tre punti e la testa del girone. In un giorno importante per la ricorrenza del centenario della nascita di suo padre Angelo, Massimo Moratti sente il destino che ora parla nerazzurro: «Una vittoria entusiasmante merito di tutti. A un certo punto sembrava fosse impossibile segnare. È stato un regalo della mia squadra, devo ringraziarli anche a nome della famiglia, ci ha riempito di gioia. Ora mancano tre punti, magari li facciamo a Barcellona». Le nuove quote dei bookie danno fiducia al Chelsea pagato a 5, contro i 5,25 del Barça, Real a 7,5, Inter a 12, Juve, Milan e Lione a 25. La stampa si è inchinata all’orgoglio Inter, le immagini invece hanno colto Stankovic in un gesto (che potrebbe pagare con una squalifica) molto allusivo verso il pubblico durante il recupero, dopo che una bottiglietta scagliata in campo lo aveva sfiorato. Anche Mourinho è stato bersaglio di lanci e ha invitato il quarto uomo a osservare quanto stava accadendo. E Michel Platini, invitato a riflettere sull’intervista rilasciata al Daily Telegraph in cui inseriva l’Inter fra i club indebitati ha risposto: «Leggete meglio quell’intervista».