«Gestione degli slot all’Enav? Così le regioni perdono potere»

L’Ente nazionale per l’aviazione civile si è detto perplesso per la proposta del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi di trasferire la responsabilità dell’assegnazione degli slot all’Enav da Assoclearance, che se ne occupa attualmente. «Il Presidente dell’Enac Vito Riggio esprime forte perplessità e preoccupazione per un provvedimento che non trova modelli corrispondenti in altri Paesi dell’Unione europea, a differenza, invece, dell’attuale sistema di gestione degli slot che rientra tra quelli in uso in Europa», si legge in una nota, in cui si aggiunge che Riggio ha convocato tutti i soggetti interessati il prossimo 28 febbraio per «un’analisi congiunta dell’ipotesi di trasferimento e per formulare una risposta strutturata da sottoporre al ministro». Ieri, Bianchi aveva spiegato di essere pronto a firmare il decreto ministeriale che toglie ad Assoclearance - l’associazione di vettori e delle società aeroportuali - il coordinamento delle fasce orarie negli scali, escludendo anche Regioni ed enti locali dalla procedura. «È una decisione imposta dall’Ue. Le Regioni dovranno perdere ogni velleità di intervenire in una materia che per sua natura deve restare di competenza statale», ha spiegato Bianchi, fissando al 7 marzo la data entro cui linee aeree e operatori aeroportuali possono far pervenire il loro parere.