La gestione delle stazioni va ai Comuni

Dal 2011 i Comuni lombardi che ne faranno richiesta potranno gestire gratuitamente gli spazi delle stazioni. Entro il 30 gennaio verrà pubblicato un bando di Regione Lombardia, in accordo con Ferrovie Nord e Rfi: l'obiettivo è quello di garantire maggiore decoro e un presidio continuo. Ad annunciarlo è l'assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo. «Sono il primo a sapere che il livello della qualità delle stazioni ferroviarie non è soddisfacente - ha ammesso - per questa ragione lo scorso 27 luglio ho annunciato in Consiglio l'idea di un bando che coinvolgesse il territorio. Sul progetto in questi mesi hanno lavorato i nostri tecnici con quelli delle ferrovie e ora è a buon punto».
Sono circa trecento i Comuni interessati a cui si rivolgerà il bando, ma anche (tramite gli enti) ad associazioni no profit, pro loco, Protezione civile e anche soggetti privati che siano intenzionati ad aprire un proprio spazio all'interno della stazione. Saranno le amministrazioni a garantire che l'impegno preso da questi soggetti terzi venga rispettato. Le stazioni spiega Cattaneo «verranno così maggiormente vissute, curate e presidiate, con una proposta peraltro a costo zero per le casse pubbliche». Intervenendo in aula sull'andamento del servizio ferroviario, l'assessore ha annunciato che oggi «è andato meglio di settimana scorsa: il livello di puntualità ai 5 minuti nella punta del mattino è stato del 78 per cento per quanto riguarda le tratte di Rfi e dell'83 per cento per quelle delle Ferrovie Nord. Si tratta di risultati accettabili, frutto anche di interventi straordinari stabiliti nel fine settimana, che hanno messo in campo tutte le forze disponibili, annullando ferie e garantendo il presidio delle tratte più critiche, introducendo precise misure correttive e interventi straordinari di manutenzione come l'utilizzo di prodotti di deicing (ossia contro il congelamento dei binari) per delle linee aeree sugli snodi ferroviari». E assicura ai pendolari e all’opposizione che chiedeva chiarimenti: «Continueremo a lavorare per ritornare a quegli standard del servizio che avevamo raggiunto nel mese di novembre». Nei giorni scorsi l’amministratore delegato di Trenitalia-LeNord che gestisce il servizio regionale dei treni, Giuseppe Biesuz, aveva riferito che rispetto al novembre dell’anno scorso nel 2010 i viaggiatori sono aumentati dell’8,5 per cento.