Gheddafi non molla e lancia un messaggio: "Preparetevi alla battaglia per cacciare la Nato"

Il leader libico ha lanciato un appello audio, trasmesso dalla televisione nazionale, in cui incita i suoi seguaci a prepararsi &quot;alla battaglia per liberare le città&quot; conquistate dai ribelli e dalla Nato. Il messaggio di Gheddafi giunge mentre il cerchio degli insorti si stringe intorno a Tripoli<br />

Tripoli - Il Raìs non molla e, dopo giorni di silenzio, torna all'attacco con un audiomessaggio. Il leader libico Muammar Gheddafi ha lanciato un appello ai suoi seguaci per prepararsi "alla battaglia per liberare le città" conquistate dai ribelli e dalla Nato. L'audio messaggio del colonnello Gheddafi - in parte non comprensibile a causa di problemi tecnici - è stato diffuso dalla tv libica mentre si vedevano "in diretta" immagini della piazza verte nel centro di Tripoli dove alcune centinaia di sostenitori del regime sventolavano bandiere verdi e innalzavano ritratti del colonnello. Il messaggio di Gheddafi giunge mentre il cerchio degli insorti si stringe intorno a Tripoli. È confermata infatti la conquista di Zawiah, snodo strategico a una manciata di chilometri a ovest di Tripoli mentre gli insorti sferravano un attacco a Garyan, meno di 100 km a sud della capitale. Altri scontri di minore entità si registrano a Sorman (a est di Zawiah), che gli insorti affermano di aver conquistato, e Ras Jedir (al confine con la Tunisia). A Misurata, la 'città martirè stretta tra Tripoli e Sirte, i ribelli hanno posto fine ai bombardamenti sulla città conquistando Tawargha, dove erano piazzate le batterie del rais.