Ghiaccio: 100 cadute, ambulanze al collasso Senzatetto muore di freddo sotto un ponte Autolettighe tutte fuori per gli scivoloni. Prese d’assalto le ortopedie: record di fratture Senegalese ucciso dal gelo in viale Serra. La Moioli: «Rifiutava di andare

Più di cento cadute: fratture e infortuni di ogni genere. Il pronto soccorso ieri non riusciva a star dietro agli incidenti provocati dal ghiaccio sui marciapiedi. Residuo delle nevicate dei giorni scorsi, indurito dal freddo delle ultime ore. Il 118 è stato costretto a chiedere i rinforzi alle associazioni di pubblica assistenza.
Il freddo inoltre ha fatto una vittima: un trentacinquenne senegalese, Abu, che è stato trovato morto sotto un cavalcavia fra viale Serra e Scarampo. I volontari dei City Angels lo hanno trovato ieri sotto quel ponte, avvolto in una coperta, ma è probabile che fosse morto già da un giorno, forse di più. Abu aveva sempre rifiutato di andare in un dormitorio. «Il dispiacere - ha detto l’assessore ai Servizi sociali Mariolina Moioli - è reso ancor più acuto dall’impotenza che prova chi vede rifiutarsi per l’ennesima volta un tentativo di aiuto».