Ghomsi, l’ultima carta del Grifo

Emmanuele Gerboni

La partita sul caso Ghomsy si riapre, il Genoa ha impugnato il parere della Corte Federale che aveva assecondato la tesi del Ravenna. In buona sostanza, i legali rossoblu chiedono la nullità del parere perché sarebbe stata violata la regola del contraddittorio e il diritto di difesa delle parti previsti dal codice di giustizia sportiva. Il Genoa chiede, quindi, di ripresentarsi (insieme al Ravenna che però rilancia: il parere riguardava soltanto l'articolo ma non il caso specifico e quindi non c'era bisogno della presenza delle parti) davanti alla Corte Federale e di poter proporre la propria tesi difensiva prima del nuovo parere. L’impugnazione è stata trasmessa anche al presidente della Figc Carraro.
Il Grifo si riscopre aggressivo come una iena, proprio nel giorno in cui un supertifoso rossoblù riparte dalla sua Genova. «E se domani» è il nuovo film in cui è protagonista Luca Bizzarri accanto all’altra «iena» della televisione italiana Paolo Kessisoglu. Un titolo che è un sogno che bene si accosta alle aspettative dei genoani. E Luca Bizzarri è rossoblù fino al midollo. Dopo aver presentato il film davanti alla platea degli studenti del D’Oria, Luca parla anche di Genoa: «Vivo a Milano dove ci sono tanti interisti che pensano di essere i tifosi più sfigati d’Italia. Ecco, parlando del Genoa li ho intristiti, adesso sanno a chi davvero non ne va dritta una».
Il sogno addirittura è quello di andare in B. Insomma proprio il minimo. Bizzarri sorride amaramente: «Non siamo messi bene. Non certo per colpa dei tifosi e forse nemmeno per responsabilità di squadra o società rossoblù. Ma non voglio entrare in questi discorsi. Preziosi? È un personaggio strano e divertente, ma vorrei capire fino in fondo quanto positivo e quanto negativo per questa squadra. Preziosi ha sicuramente investito tanto nel Genoa e ha avuto molto coraggio. Purtroppo è indesiderato da una fetta del mondo del calcio che gli fa ha fatto pagare delle colpe sue o non solo sue. E questo mi dispiace perché la tifoseria del Genoa andrebbe salvaguardata». Infine una battuta su Mamede. «È l’ennesimo calciatore di una certa importanza che quando arriva qui si perde. Ormai siamo abituati anche a questo».
Intanto la squadra si prepara il big-match di domani contro il Monza che verrà arbitrato da Orsato di Schio. I problemi per Attilio Perotti non mancano perché ci sono state delle assenze all'interno del gruppo, compensate parzialmente dall'inserimento dei giovani Borghese, Costantini, Grea e Moschella.