Giù Banco Popolare Sale Mondadori

Seduta in calo per Piazza Affari, al pari delle altre Borse europee. Il Ftse All Share chiude così a -0,87% mentre il Ftse Mib arretra dello 0,93%. In difficoltà Banco Popolare (-2,02%) e la controllata Italease (-5,71%). Male anche Mps (-2,04), Unicredit (-1,84%), Intesa Sanpaolo (-1,7%). Realizzi su Mediobanca (-1,51%) dopo la corsa della vigilia in scia anche ad un report favorevole di Equita. Pochi gli acquisti, guidati da Luxottica (+1,34%) seguita da Terna (+0,69%), Mondadori (+0,59%) sulle attese per il ritorno del dividendo nel 2010 e Tenaris (+0,43%). Guadagni marginali per Buzzi (+0,27%) e Finmeccanica (+0,26%). Acquisti su Gruppo Coin (+4,18%), dopo l’accordo per l’acquisizione del 100% di Upim, che vede tra i contraenti anche Pirelli Re (+1,24%). Realizzi su As Roma (-6,54% a 0,85 euro), dopo il balzo della vigilia con la conferma di Francesco Totti per altri 5 anni. Tra i big frenano Exor (-2,39%) e l’energia con A2a (-2,7%). Giù anche anche Mediolanum (-2%), Bulgari (-1,39%) e Geox (-1,36%). Cedenti Fiat (-0,19%) e Telecom (-0,09%). Negative le Borse europee. Londra è stata la peggiore -1,93%. Le preoccupazioni sull’impatto delle nuove regole di Basilea2 sugli istituti di credito unite al tonfo di Citigroup hanno innescato le vendite su Barclays (-3,3%), Hsbc (-3,7%), Lloyds (-4,5%) e Rbs (-3,2%). A Parigi (-1,2%) pesante Crédit Agricole (-4,59%), mentre Eads (+2,37%) ha sfruttato il recupero del dollaro. A Francoforte (-1%), male tra i bancari Commerzbank (-4,3%).