Giù dal Carroccio Pagliarini passa alla Destra

Un documento dedicato alla riforma federalista, al presidenzialismo e al limite costituzionale per la pressione fiscale. Ci sta lavorando Giancarlo Pagliarini, già ministro del Bilancio nel governo Berlusconi e oggi consigliere comunale. Notizia che, conoscendo il curriculum vitae dell’ex leghista, non colpisce più di tanto.
Ma, attenzione, quel documento che Pagliarini sta mettendo a punto segna anche una svolta politica: l’ingresso nel movimento La Destra. Preannuncio di un cambio di casacca che era già nell’aria e che, ieri, Francesco Storace ha anticipato rivelando un «cordiale colloquio telefonico» avuto appunto con Pagliarini. L’ex ministro che, oggi, nel consiglio comunale milanese siede nel gruppo misto dovrebbe preannunciare la svolta tra qualche settimana, magari in contemporanea con la presentazione del documento che sta predisponendo «insieme a Nuccio Carrara, sottosegretario alle Riforme nella passata legislatura e attualmente responsabile del dipartimento problemi dello Stato de La Destra».
Continua dunque la campagna acquisti di Storace, mentre ai primi di gennaio parte il tesseramento con tanto di manifesti - formato tre metri per sei - color nero e scritte in rosso. Ah, l’immagine riprodotta è la vecchia fiamma con una scritta a caratteri cubitali: «La Destra siamo noi». Si attendono repliche da An.