Già nel 2001 previde l’imminente apocalisse

I brani di Oriana Fallaci (1929-2006) presentati in questa pagina sono tratti dalla «Trilogia» di Oriana Fallaci pubblicata da Rizzoli nel 2004. Si tratta di un cofanetto che riunisce l’ultima produzione della giornalista a partire da «La rabbia e l’orgoglio» libro che costituisce la versione originaria e integrale dell’articolo che la Fallaci pubblicò sul «Corriere della sera» su richiesta dell’allora direttore, Ferruccio De Bortoli, a seguito dell’attacco alle Torri Gemelle del settembre 2001. Il libro raggiunse rapidamente le ventotto ristampe e segnò il ritorno della giornalista, che in quel momento stava lavorando a «Un cappello pieno di ciliege» alla scrittura saggistica e legata agli eventi del presente. Fu seguito da «La Forza della Ragione» e «Oriana Fallaci intervista Oriana Fallaci» (il cui titolo fu poi modificato in «Oriana Fallaci intervista sé stessa» e che nella «Trilogia» è arricchito da un post-scriptum intitolato «L’Apocalisse»). I tre libri assieme segnano la fortissima presa di posizione della giornalista contro il terrorismo islamico, il fondamentalismo e la quiescenza decadente del mondo occidentale, Italia in primis. La Fallaci riteneva che la crescente pressione esercitata negli ultimi anni dall’immigrazione islamica verso l’Europa, e l’Italia in particolare, unita a scelte politiche a suo parere discutibili, rappresentavano esempi lampanti della veridicità della sua tesi. In soldoni: staremmo assistendo ad un pianificato tentativo del mondo mussulmano di islamizzazione dell’Occidente, istigato da una determinata lettura del Corano e che altro non è se non l’ultimo capitolo di uno scontro millenario di civiltà. «La Rabbia e l’Orgoglio» è appena stato ripubblicato nella collana Bur (pagg. 162, euro 10) all’interno della quale Rizzoli sta rieditando tutte le opere più belle dell’autrice tra cui: «Lettera a un bambino mai nato», «Gli antipatici» e «Insciallah». Un’occasione per rileggere o avvicinare per la prima volta l’opera della più famosa e controversa giornalista italiana che nei suoi libri ha raccontato il mondo e i suoi mutamenti.