«Già più forti di Lega e Udc Il sindaco lo sa»

«Letizia Moratti è una donna intelligente. Ha capito che ormai a Milano per far politica la Destra è una realtà con la quale è necessario fare i conti».
E quindi?
«E quindi, come ogni donna, è di parola e ha annullato la riunione di ieri».
Onorevole Santanché, Alleanza nazionale non pensa così.
«Basta polemiche. Per noi An non è un avversario, ma un alleato».
Più serpenti che parenti.
«Allora sono orgogliosa delle polemiche. Vuol dire che la Destra è sulla strada giusta».
La Russa dice che avete imbarcato solo Giancarlo Pagliarini, un ex leghista.
«La miglior dimostrazione che hanno paura. Non sono più sicuri del loro ruolo. Chi è debole attacca. Noi siamo tranquilli, lo dimostrano i fatti».
Come se ne esce?
«La Moratti convochi un tavolo politico con tutti i partiti del centrodestra».
E poi?
«Ci dicano chiaramente se ci vogliono nella maggioranza oppure no. Ma chiaramente. E in faccia».
E voi?
«Faremo degli accordi».
Per ora siete contro l’Ecopass, la politica sulla sicurezza.
«Abbiamo una linea politica, mica c’è il pensiero unico».
Creerete dei problemi?
«Se firmeremo un programma, saremo assolutamente fedeli».
An non sembra che accetterà.
«Non credo che la Moratti prenderà ordini da un partito. E noi venerdì, per dimostrare la nostra forza, annunceremo altri ingressi importanti».
Per La Russa solo cani senza guinzaglio.
«Intanto abbiamo già due consiglieri. Il doppio della Lega e dell’Udc».
E chiedete un assessore.
«Assolutamente no. Anzi proponiamo alla Moratti di ridurre il loro numero. Con dodici anziché sedici, si dà un bel segnale di riduzione della spesa e di moralizzazione della politica».
Vi farete altri nemici.
«Non ce ne importa. Noi stiamo con la gente e con dodici assessori la città si governa bene lo stesso».