Già pronti 28 milioni per rifare il manto di 270 strade e piazze

Raddoppiati i fondi per la manutenzione di centro e periferie. L’assessore ai Lavori pubblici: "Disagi limitati per il traffico"

Motociclisti, ciclisti e taxisti, buone notizie in arrivo, soprattutto per voi. L’assessorato ai Lavori pubblici del Comune ha messo a punto un piano per asfaltare 200 nuove vie. Sono appena stati stanziati 28 milioni di euro per rifare il manto a 279 strade e piazze, dal centro alla periferia, cui si aggiungono 7.700.000 euro per la manutenzione straordinaria della segnaletica. Tra le strade in via di restyling via Giambellino, dei tratti viale Abruzzi, Coni Zugna, Imbonati, Ippolito Nievo, Melchiorre Gioia, piazzale Loreto, piazzale Oberdan, Pellegrino Rossi, piazza Piola, piazza Repubblica, Ripamonti, viale Romagna, via Santa Sofia, via Savona, viale Umbria. «L’obiettivo dell’amministrazione è arrivare a 1000 strade l’anno - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Bruno Simini. Nessuna paura per il traffico: rifare il manto stradale è un’operazione veloce, che si compie nell’arco di una notte, senza creare alcun tipo di disagio alla circolazione».
La novità di quest’anno è il raddoppio dei fondi stanziati da Palazzo Marino. Negli anni scorsi il Comune ha sempre stanziato per la manutenzione straordinaria delle strade 12 milioni di euro l’anno e 5 milioni per la segnaletica. Con le nevicate abbondanti degli ultimi anni si sono moltiplicate le buche e le crepe nell’asfalto, rendendo pericolosa la circolazione soprattutto per le due ruote. Il Comune ha più che raddoppiato gli investimenti per le asfaltature: rifare il manto rientra nella prevenzione, non nella manutenzione straordinaria. «Le strade della nostra città hanno bisogno di cure e manutenzione costanti - osserva Simini -. L’unico modo serio e risolutivo per affrontare il problema delle buche è quello di riasfaltare le strade, perché una strada rimessa a nuovo da poco resiste alle intemperie e non forma solchi. Per questo motivo, dall’anno scorso, abbiamo disposto il raddoppio dei fondi dedicati alle asfaltature e continuiamo su questa strada». Sono stati aumentati in modo considerevole - da 5 a 8 milioni - anche i fondi per la segnaletica (strisce pedonali, cartelli stradali, strisce gialle e blu, ecc.).
Da maggio ad oggi sono state sistemate 300 strade, ora ne sono in programma altre duecento su cui l’assessorato interverrà entro la prossima primavera. Merito anche degli asfalti tiepidi che consentono «di asfaltare anche d’inverno, con la sola esclusione delle giornate di pioggia o in cui le temperature vanno sotto zero».