Già pronto il piano anti-neve del Comune

(...) Sono cinque i livelli di allarme istituiti, per ognuno è stato predisposto un diverso piano di intervento. Il livello bianco, in caso di solo ghiaccio, prevede l'uscita di mezzi spargisale, che intervengono soprattutto su cavalcavia, sovrappassi e sottopassi. Il livello giallo, nel caso in cui la neve tenda a sciogliersi al contatto con il terreno, prevede il pre-posizionamento dei mezzi spargisale sulle strade a rischio. Il livello arancione, se la neve non supera i cinque centimetri, richiede lo spargimento manuale del sale. Il livello viola, se la neve non supera i 15 centimetri, prevede l'entrata in funzione degli spazzaneve e l'intervento di spalatori manuali e ruspe. Il livello più critico è il rosso, in caso di precipitazioni superiori ai 15 centimetri, e prevede l'intervento di 2.240 addetti e 380 automezzi. Sarà il Comune a decidere l'attivazione di ogni fase del programma. «La predisposizione di questo piano - spiega Maurizio Cadeo, assessore comunale all'Arredo, decoro urbano e verde - dimostra la volontà dell'Amministrazione di intervenire in tempi rapidi in caso di precipitazioni nevose sulla città. Rispetto al passato ci impegniamo a essere più precisi e tempestivi nelle risposte e più puntuali nel servizio». Per raggiungere l'obiettivo è necessaria, però, la collaborazione dei cittadini. «Se un marciapiede costeggia un palazzo sono gli inquilini dello stabile a dover intervenire per spargere il sale e rimuovere la neve. Esiste un'ordinanza al riguardo - precisa Petra -. L'Amsa si occupa di tutti gli altri casi». Ovvero di un totale di 1.855 chilometri di strade e quasi quattromila chilometri di marciapiedi. Con un'attenzione particolare agli ingressi di scuole, ospedali, luoghi di culto, fermate di bus e tram, ingressi della metropolitana e degli uffici pubblici. Altra raccomandazione rivolta ai cittadini è di evitare di uscire nel caso di abbondanti nevicate e, se costretti, lasciare la macchina a casa e prendere i mezzi pubblici.