«È già tempo di pensare al futuro»

La stagione non è ancora terminata ma, vista l'attuale posizione in classifica della squadra (la zona-Uefa dista 7 punti a dieci turni dal termine del campionato), in casa Sampdoria cominciano a tenere banco le strategie di mercato (in tempi non sospetti preannunciato «frizzante») per la stagione che verrà.
Capitolo rinnovi. Attualmente sono sette i calciatori il cui contratto con la società del Presidente Garrone scadrebbe il prossimo giugno: Antonioli, Castellini, Iuliano, Pavan, Tonetto, Volpi e Flachi. Se i primi due dovrebbero prolungare senza problemi almeno ancora di un anno il loro rapporto con la Samp, le possibilità di un eventuale rinnovo dei centrali difensivi Iuliano e Pavan appaiono pressoché nulle.
Capitolo partenze. L'azzurro Aimo Diana, è risaputo, fa gola a molti grandi club italiani e stranieri, e quasi certamente lascerà Genova e la Sampdoria. La destinazione più probabile per l'esterno bresciano appare Milanello.
Nella stessa situazione si trovano Emiliano Bonazzoli e Andrea Gasbarroni, alla Samp soltanto in prestito e a metà fra Juventus e Palermo. Anche per l'eventuale ingaggio della talentuosa ala torinese occorrerà quindi attendere le evoluzioni del calciomercato durante i mesi estivi.
Capitolo arrivi. Certo l'ingaggio dell'esterno mancino di centrocampo Daniele Franceschini, che a giugno si svincolerà dal Chievo, e molto probabile il ritorno di Gennaro Delvecchio, attualmente in prestito al Lecce e autore di un buon campionato, Beppe Marotta ha parlato anche del ventiquattrenne argentino del Palermo Mario Alberto Santana.
Un altro nominativo accostato ai doriani è quello di Victor Nsofor Obinna, non ancora diciannovenne stellina nigeriana del ChievoVerona e castigatore dei blucerchiati (ironia della sorte proprio con Franceschini) in Sampdoria-Chievo 1-2 dello scorso 25 settembre.
A fare il nome delle società genovese è l'ex attaccante blucerchiato di metà anni '70 Giorgio De Giorgis, oggi rinomato procuratore.