È già Widermania. Dove incrociare la «barca più larga»

LO YACHT SOTTILE E VELOCE CHE APRE LE ALI. In attesa di Cannes e Genova, è iniziato il party boat «Wider Summer 2011» tra Porto Rotondo e St. Tropez

Il digiuno non viene mai per nuocere. Ti fa perdere qualche chi­lo... ma ti rimette in forma. Ne sa qualcosa Tilli Antonelli, un’intera stagione (nautica) lontano dalla ri­balta internazionale e quindi dal­le vetrine importanti. Assenza pe­sante, si dirà. E in parte è vero. Ma sono i «ritorni» che contano, con rientro dalla porta principale e a te­sta alta. Ovviamente al timone di Wider 42’, la nuova creatura del fondatore ed ex presidente di Per­shing. La «barca più larga», quin­di, debutterà prima a Cannes (dal 6 all’11 settembre) e poi a Genova (dall’1 al 9 ottobre). «Per la nostra giovane azienda ­dice Tilli Antonelli- si tratta di due appuntamenti imprescindibili, luoghi e contesti eccellenti per pre­sentare un progetto entusiasman­te e ricco di novità. Insomma, pal­coscenici privilegiati per esporre un prodotto, oggetto di grande at­tenzione per le sue caratteristiche innovative. Un progetto fortunato che promuove un nuovo modo di vivere il mare, senza stereotipi e nella più completa libertà di chi è a bordo». Intanto, in attesa del gran debut­to, nel cantiere di Castelvecchio di Monte Porzio (Pu) si lavora di gran lena ai modelli già in fase avanzata di produzione. La barca rivoluzio­naria ideata da Tilli Antonelli (in collaborazione con Mark Wilson e Fulvio De Simoni) ha superato bril­lantemente tutti i test in mare. Pro­prio l’architetto, all’inizio wider­scettico perché preoccupato di una «scommessa con complica­zioni più grandi dei vantaggi», og­gi è entusiasta della «barca sottile e veloce, con consumi ridotti e che all’improvviso apre le ali per otte­nere un grande spazio». L’apertu­ra, infatti, oltre ad aumentare lo spazio a disposizione conferisce più stabilità e comfort, impensabi­li fino ad oggi per imbarcazioni di queste dimensioni. La barca si di­stingue perché è in grado di rad­doppiare in soli 12 secondi le su­perfici calpestabili del pozzetto, grazie a due estensioni laterali del­lo scafo azionate tramite un siste­ma automatico brevettato. Della tecnologia a bordo se n’è occupa­ta a lungo la stampa internaziona­le. Tuttavia vale la pena di ricorda­re il volante multifunzione con un display multiview integrato (mol­to simile a quelli impiegati nella Formula 1) nato dalla partnership con Naviop e Tastitalia. Ieri, infine, è scattato «Wider Summer 2011», tour estivo che fa­rà tappa a Porto Rotondo (fino al 10 agosto)e a St.Tropez (13-15 ago­sto). Per entrambi gli appunta­menti Wider 42’ sarà disponibile per prove a mare (su prenotazio­ne). «Wider Summer 2011» - ag­giunge Tilli Antonelli - è un modo di stare sempre più vicini a dealer, clienti e appassionati. Con questo tipo di iniziative Il nostro intento è quello di offrire un valido suppor­to a un mercato che riteniamo an­cora vivo e ricco di passione ». E na­sce così anche una tendenza: la ti­pica barca da party boat.
AR