Giacche identificative per i condannati ai lavori sociali

Londra. I condannati ai lavori socialmente utili in Gran Bretagna indosseranno giacche che li identifichino in quanto tali. È uno dei punti di un nuovo giro di vite proposto dal governo Brown «per restituire credibilità al sistema giudiziario britannico». Il pacchetto, formulato dal ministro dell’Interno Jacqui Smith in un rapporto, non ha però trovato l’approvazione di alcuni ministri laburisti vicini al premier Gordon Brown, che considerano le misure suggerite «eccessivamente punitive verso i più giovani». Il rapporto vuole punire chi non rispetta la legge e prevede, ad esempio, la possibilità di affiggere manifesti con sopra riportate le sentenze di coloro che sono stati condannati.
Vi sono poi altre norme che tutelano le forze dell’ordine e le vittime di un crimine, rappresentate, queste, da una commissione pubblica. Un’altra proposta indica che la polizia non dovrà divulgare le statistiche del numero dei crimini denunciati.