Per Giacomelli, condanna a 9 anni e 4 mesi

Il tribunale di Rimini ha condannato, con rito abbreviato, Emanuele Giacomelli a 9 anni e 4 mesi di reclusione per il crac dell’omonimo gruppo di abbigliamento sportivo. Il giudice, inoltre, ha riconosciuto provvisionali per oltre 400 milioni di euro agli amministratori straordinari (avevano chiesto 1 miliardo), agli azionisti e obbligazionisti e ai fornitori danneggiati dal buco di 750 milioni di euro. Dopo il crac che ha coinvolto l’azienda di articoli sportivi, la sentenza pronunciata dal gup di Rimini ha riconosciuto le responsabilità di associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta. La società era finita in gravi difficoltà a seguito di una campagna acquisti aggressiva, che aveva visto come ultima importante operazione l’acquisto nel 2002 della concorrente Longoni Sport di Barzago (Lecco).