Giallo ad Oregina in una storia di amore e morte

La casa Editrice Fratelli Frilli Editori ha iniziato a pubblicare la collana «Liguria in Rosa».
Ad aprire la serie di romanzi «Le campane di Oregina» di Maria Agostini.
Genova e la riviera di ponente fanno da sfondo sfuocato all'infuocata vicenda di amore e morte. La protagonista, un'avvenente, seppur un po' frustrata, insegnante d'italiano, scopre il cadavere di una ragazza e decide di aiutare la polizia più di quanto un comune cittadino sarebbe tenuto a fare. Così, durante le indagini sul caso, nasce una combattuta storia d'amore con un poliziotto. La prosa, non di gran pregio per l'uso smodato della paratassi, risulta però abbastanza scorrevole. La vicenda è assai banale e prevedibile ed i personaggi molto stereotipati. Anche le considerazioni sui sentimenti e sulle meccaniche comportamentali dei protagonisti sono prive di originalità.
Insomma, un libro totalmente disimpegnato che può giusto sostituire una rivista di gossip nelle giornate di tempo libero.
Maria Agostini, «Le Campane di Oregina», Liguria In Rosa (I serie) Fratelli Frilli Editori, euro 4,90.