Giallo a Bonola, anziana trovata morta soffocata nel suo salotto

Omicidio o incidente? È giallo intorno alla morte di una donna avvenuta ieri pomeriggio in un appartamento di via Borsa a Bonola, periferia nord ovest della città. Francesca Manfrini, una ottantenne vedova che viveva da sola al dodicesimo piano di uno stabile popolare, è stata trovata morta su una poltrona della sua abitazione. Aveva una sciarpa stretta attorno al collo e potrebbe essere stata soffocata. Ma saranno le indagini della squadra mobile nelle prossime ore a chiarire cosa è davvero successo. Gli uomini delle volanti, arrivati sul posto insieme ai vigili del fuoco, sono stati chiamati da un nipote della signora che vive a Torino e che si era preoccupato perché non aveva notizie della zia da alcuni giorni. Così ieri nel pomeriggio ha dato l’allarme.
Gli agenti, entrati da una finestra, hanno trovato l’ottantenne senza vita. L’appartamento era in ordine e la porta era chiusa con le chiavi riposte in un cassetto dove la vittima le lasciava abitualmente. Nel primo sopralluogo non sono state notate tracce di lotta o che comunque facessero pensare ad una aggressione. Anche perché ad un primo sommario controllo non pare che siano stati portati via soldi e effetti personali. Quindi resta il giallo di una morte che comunque presenta diversi elementi da chiarire. Sul collo dell’anziana infatti il medico legale ha notato alcuni segni anomali che potrebbero essere stati provocati dalla rottura dei capillari che però - ha spiegato l’esperto della scientifica - negli anziani sono molto delicati. Per il momento comunque gli investigatori non formulano ipotesi in attesa dei risultati dell’autopsia e dei riscontri delle indagini che sono andati avanti fino a notte fonda cercando di ricostruire gli ultimi giorni di vita della vittima.