Giallo a Chiavari, un cadavere nell’Entella

Maria Vittoria Cascino

da Chiavari

A pelo d'acqua e senza vita. A pochi metri dalla foce del fiume Entella. Il corpo di un giovane uomo immobile in un'alba surreale. Lo trovano così il poliziotti del Commissariato di Chiavari alle 6.30 di ieri. Maglietta, tuta blu e scarpe da ginnastica. La carta d'identità di Luigi Iaffaldano racconta dei suoi quarantacinque anni, delle sue origini pugliesi e del suo vivere in provincia di Alessandria. Lo mette a fuoco una donna sul lungo Entella, lo spazio ideale per la consueta sgambata mattutina col cane. Aria ferma, acqua grigia e quella macchia bocconi quasi disegnata. Un attimo per realizzare. Il cane abbaia, la signora chiama la Polizia. L'area viene immediatamente transennata per effettuare i rilievi. I primi curiosi, i gomiti appoggiati e il collo allungato. Arrivano i Vigili del Fuoco di Chiavari: bisogna recuperare il corpo e capire cosa sia accaduto. L'uomo è ormai sull'argine. Le forze dell'ordine alzano lenzuola bianche a nasconderne la vista. Tengono i lembi alti, quasi con pudore. Dietro, un primo esame del corpo e l'ipotesi del decesso intorno alle 5. Sugli scalini che scendono al greto del fiume il pacchetto di sigarette con sopra l'accendino. Un fermo immagine banalissimo. Accanto il sacchetto di plastica con una sorta di pranzo al sacco e una bottiglia d'acqua in vetro. Tutto è rimasto intatto. Una parentesi prima di una dura giornata tra calce e cemento. Da muratore. Pare infatti che la vittima fosse a Chiavari per lavoro. Era ospite della sorella.. In casa non ci sono elementi che facciano pensare al suicidio. Gli inquirenti setacciano palmo a palmo l'area del fiume e sembrano escludere la morte violenta Nessun segno di colluttazione. Nessuna traccia sugli aghi di pino a tappeto sul terreno. Niente di niente. Sembra solo una tragica fatalità. All'altezza della tempia una ferita. Forse il segno della caduta dagli scalini che scendono dal lungo Entella al greto del fiume. Un piede poggiato male, un malore, poi giù, con la faccia nell'acqua. Forse. Tutto da verificare. E' stato portato all'obitorio di Lavagna. Oggi la nomina del medico legale per l'esecuzione dell'autopsia. Gli inquirenti stanno ancora cercando di contattare l'ex moglie e il figlio.