Il giallo dei biglietti mai arrivati

Federico Casabella

Comincia con un giallo dei biglietti l'avventura della Sampdoria in Coppa Uefa. I tagliandi destinati ai tifosi blucerchiati per la gara d'andata, in programma giovedì pomeriggio a Setùbal contro il Vitoria (ore 17 locali, le 18 in Italia), non sono mai arrivati nella sede della società. Il club portoghese assicura di averli spediti, ma dei biglietti non c'è traccia. Così i sostenitori della Samp in partenza da Genova, circa 500, dovranno salire sull' aereo sprovvisti di tagliando. La società blucerchiata ha emesso un comunicato nel quale informa che i biglietti (1500 tagliandi di Superior Sul a 35 euro e 108 di Central Puente-Cativos a 60 euro) saranno disponibili solo il giorno stesso della partita e si potranno acquistare presso lo sportello dello stadio dalle 10 del mattino.
Comunque sia, questa mattina alle 8.30 la Sampdoria apre le ali e si mette in volo per conquistare i cieli d'Europa. Prima tappa il Portogallo, primo avversario il Vitoria di Setubal. Ci sono tutti al seguito della squadra che domani affronterà la prima gara d'oltrecortina: lo staff dirigenziale al completo, compreso il presidente Riccardo Garrone con tanto di nipotini al seguito, e un folto numero di tifosi, alcuni dei quali hanno già raggiunto il Portogallo. L'ambiente è carico, i giocatori rilassati, i presupposti per fare un buon esordio, ci sono tutti.
Tocca alla squadra (mancheranno lo squalificato Pisano e l’infortunato Sala) dimostrare quanto questa Samp valga nell'Europa conquistata la scorsa stagione, dopo otto anni di astinenza. Tanti saranno i debuttanti sul palcoscenico europeo, non Francesco Antonioli, però, che di partite in Europa ne vanta già parecchie, grazie al suo trascorso con Milan e Roma. Sono ben 53 le gare internazionali che il portiere della Sampdoria conta nel suo palmares. Con 20 anni di calcio professionistico alle spalle e la tanta esperienza acquisita, il veterano blucerchiato, che proprio oggi compie 36 anni, farà da chioccia ai tanti compagni al loro battesimo in Coppa Uefa: «È molto bello tornare a gareggiare per una competizione europea,- spiega la saracinesca blucerchiata- sono emozioni particolari ed avventure affascinanti. Ci auguriamo che Setubal sia la prima di una serie di sfide in coppa, anche perché passando i primi turni, si incontreranno squadre di grande livello». Il primo ostacolo si chiama Vitoria, una squadra che sulla carta sembra più che alla portata: «Non conoscere gli avversari è uno svantaggio non da poco. L'importante sarà imporre il nostro gioco come sempre, in ogni partita, tentiamo di fare. Con un allenatore come Novellino, comunque, non c'è pericolo di arrivare deconcentrati o non preparati ad una gara, qualsiasi essa sia».
Antonioli, a dire il vero, è anche l'unico giocatore nella rosa della Sampdoria che ha già calcato il campo di Setubal, nella stagione 1999/00, quando vestiva la maglia giallorossa. In Portogallo finì 1-0 per i padroni di casa, ma la Roma giocò forte di un consistente 7-0 rifilato ai portoghesi nella partita d'andata all'Olimpico: «Di quella trasferta ho un buon ricordo. - racconta- Nonostante le dimensioni ridotte dello stadio, la gente non fu particolarmente calorosa (si registrarono solo 3.500 paganti ndr). Certo averla giocata a Marassi, la partita d'andata, avrebbe fatto respirare tutto un altro clima». Un test importante per tutta la squadra, ed in particolar modo per la difesa da lui guidata che, nelle prime due partite di campionato, si è trovata un po' spaesata: «Abbiamo commesso errori, ma la difesa ha bisogno di essere collaudata nella gare ufficiali, ci vuole continuità nel lavoro e abitudine nel gioco. Vedrete che miglioreremo presto».
Un passo più avanti e domenica c'è il Milan. Quello con i rossoneri, sarà un impegno a cui la squadra arriverà senza avere neanche il tempo per rifiatare: ci sarà solo un giorno pieno per preparare la gara. Ma a questo, si penserà da giovedì notte. I biglietti sono già in vendita presso il Sampdoria point, le ricevitorie Lottomatica, e la nuova biglietteria dello stadio di fianco all'ingresso della Tribuna d'Onore lato Nord (15.30-20 e dalle ore 13 di domenica.
Infine una notizia che riguarda un ex: Pietro Vierchowod è da ieri il nuovo allenatore della Triestina dopo l’esonero lampo del duo Alessandro Calori e Adriano Buffoni.