Giallo e profumato: è la sagra del melone

Pescia Romana si tinge di arancione, giallo e verde e celebra la XIX edizione della Sagra del melone. Una vera festa di musica e sapori, dedicata al gustoso frutto dai colori ben calibrati e dalla polpa fresca e dissetante. Da non perdere i numerosi stand gastronomici allestiti nel centro storico, gli eventi e i menu a tema proposti da un ristorante locale: ogni giorno reparti gastronomici daranno modo ai visitatori di gustare spicchi di melone, melone con gelato e ricette a base di melone. Il convegno «Melone in Maremma» a cura della facoltà di agraria dell’università della Tuscia aiuterà a comprendere la particolarità e la storia del melone nella Maremma laziale. Da sottolineare, il Corso di cucina che suggerirà ai partecipanti come preparare ricette originali (e non solo il «classico» prosciutto e melone) per antipasti, primi, secondi e dessert. Pescia Romana è situata nel territorio del Comune di Montalto di Castro, a 12 km. dal capoluogo, proprio al confine con la Toscana. I turisti che frequentano Pescia Romana hanno modo di effettuare molte escursioni, sia di carattere naturalistico che artistico-culturale: Argentario, Capalbio, Sovana, Saturnia, Oasi Wwf di Burano, Giardino dei Tarocchi di Pescia Fiorentina, Parco archeologico di Volci, Museo etrusco di Vulci, Oasi Wwf di Vulci, Castello Guglielmi di Montalto e il Museo etrusco di Tarquinia sono punti d’arrivo di enorme fascino storico e culturale, mete di grande bellezza ed interesse, tutte nell’ambito di pochissimi chilometri. Infine ci sono gli 8 chilometri di spiaggia tutta allo stato naturale con alle spalle un «tombolo» assolutamente intatto. Per informazioni 339-6982968.