Un giallo l’omicidio nella tenuta della regina

Londra Si indaga per omicidio dopo il ritrovamento del cadavere di una donna all’interno della vasta tenuta reale di Sandringham. Un fatto che comprensibilmente mette in imbarazzo la regina e i suoi familiari.
«Siamo all’inizio delle indagini, e potrebbe essere un’inchiesta complessa», ha dichiarato l’ispettore Jes Fry, del distretto di polizia di Norfolk. «Il corpo si trovava lì da molto tempo». Secondo l’ispettore potrebbe trattarsi di un omicidio, e «stiamo vagliando le liste delle persone scomparse e altri casi irrisolti, avvenuti non solo nella regione ma in tutto il Paese».
I resti del corpo, rinvenuti a circa 3 chilometri dalla residenza principale della tenuta, che è estesa 800 ettari, sono stati ritrovati il primo giorno dell’anno da un uomo che stava portando a spasso il cane, come riportavano ieri i media locali. Poche ore prima la regina e il marito, il principe Filippo, erano usciti dalla residenza per recarsi a messa in una chiesetta vicina.
Per Elisabetta queste feste sono state tutt’altro che tranquille. Prima il ricovero d’urgenza in eliambulanza in ospedale a Cambridge del marito, poi l’intervento per problemi cardiaci, nel cuore della notte, l’antivigilia di Natale: non un bel modo di finire l’anno per la sovrana che si prepara a celebrare il Giubileo di Diamanti, i 60 anni dall’ascesa al trono. E adesso, nel primo giorno del 2012, la scoperta del cadavere in giardino. Buckingham Palace non ha voluto fare commenti riferendo il caso alle autorità del Norfolk. A sua volta la polizia ha tenuto segreta la scoperta per oltre 24 ore anche per capire come fosse possibile che il cadavere di una donna potesse trovarsi così vicino alla residenza reale. La regina e il principe Filippo, che continuano a rimanere a Sandringham, sono stati informati solo lunedì sera. Non è ancora chiaro se la donna sia stata uccisa sul posto, né se il cadavere fosse vestito, ha detto l’ispettore Fry. In realtà ci vorrebbe Sherlock Holmes: le autorità, secondo un classico stereotipo, brancolano nel buio.
La famiglia reale usa la residenza di Sandringham dal 1862. Era la casa di campagna preferita di re Giorgio V, il nonno di Elisabetta, mentre lì morì Giorgio VI, suo padre. Metà della proprietà è affittata ad agricoltori locali e il resto è mantenuto a foresta.