GIALLO milanese

Via da viale Jenner. Ma anche da Milano. Entro fine agosto il Centro culturale islamico dovrà trovare un’altra sede. Così ha ordinato il ministro dell’Interno Roberto Maroni che ha affidato al prefetto Gian Valerio Lombardi il compito di trovare una soluzione e così ha annunciato trionfante Umberto Bossi davanti ai militanti entusiasti alla festa della Lega di Paderno Dugnano. «È bastato che Maroni venisse a Milano - le parole del senatùr - per chiudere la moschea. Il voto alla Lega ha voluto dire questo: i cittadini non vogliono regalare il loro Paese. Stiamo mantenendo le promesse». Ora il problema sarà trovare un’alternativa. Il che significa una nuova sede. «Lontano dalla città, ma anche dall’hinterland», chiede il vicesindaco Riccardo De Corato. (...)