Un giallo solo da evitare

RED ROAD
Farneticante, sconclusionato giallo del debuttante scozzese Andrea Arnold.
A Glasgow la triste Jackie, guardia di sorveglianza in un’azienda, scorge sul monitor il volto di Clyde, l’uomo che non avrebbe più voluto incontrare. Come mai è uscito dal carcere?
A poco poco scoprirà l’angosciosa verità.
Pessima la fotografia, odiosi gli attori, un finale senza senso, peraltro in linea con il resto, da brividi l’estrema sciatteria della confezione. Che strazio.