Giallo su due nomadi feriti a colpi di pistola

Sono arrivati al policlinico Casilino con ferite d’arma da fuoco e hanno detto che a sparare erano stati degli sconosciuti a bordo di un’auto su via Ciampino. «Ci hanno chiesto informazioni poi ci hanno sparato». Questo il racconto alla polizia dei due rom, Maciste S. di 37 anni, e Otello T. di 47. Il primo, ferito a un braccio, ne avrà per trenta giorni; l’altro è stato operato allo stomaco ed è ricoverato in prognosi riservata. Una versione con molti punti oscuri. La polizia non esclude che dietro si nasconda una vendetta oppure che i due siano stati sorpresi da qualcuno a rubare.