Il giallo su Scaramella avvelenato

Prima le frasi allarmistiche riportate dalla stampa inglese. Poi la smentita del ministero della Salute italiano. E ancora la dichiarazione choc di Paolo Guzzanti: «Scaramella è condannato a morte». Infine, la replica dell'Agenzia britannica per la Protezione della salute: «Sta bene, gli indici di polonio rinvenuti nelle sue urine non destano preoccupazione». È giallo sulla salute di Mario Scaramella, l’ex consulente della commissione Mitrokhin contaminato dalla stessa sostanza radioattiva che ha ucciso l'ex spia russa Alexander Litvinenko. Sulla quale litigano Mastella e Bertinotti. «Serve un'inchiesta parlamentare» dice il Guardasigilli. «Impossibile fare un'inchiesta sull'inchiesta», ribatte il presidente della Camera.