Giallo sugli stipendi da favola dei direttori delle Asl

Il giallo dei compensi a sei cifre dei direttori generali e amministrativi della Asl liguri scoppia ieri pomeriggio. Quando arriva ai giornali il documento rintracciato da Raffaella Della Bianca consigliere regionale del Pdl, sui conti delle aziende sanitarie locali, con tanto di cifre da capogiro e sperperi che non piaceranno ai cittadini. «Burlando dovrà pur spiegarci in base a quale criterio il direttore Generale dell’Asl 1 Imperiese ha percepito 214 mila euro contro, per fare un solo esempio, i 149 mila e 772 euro della Canini, direttore Generale Asl 3 genovese - dice Della Bianca - Per non parlare del direttore generale dell’Ist, il cui compenso è, senza dubbio, il più consistente con un costo di quasi 219 mila euro. Questo è il primo dato che salta all’occhio, ma sono tante le inspiegabili quanto ragguardevoli differenze, delle quali sarà interessante ottenere spiegazioni. Mi domando, infatti, perché il direttore amministrativo dell’Asl 4 chiavarese abbia percepito 160 mila euro (quasi come quello del San Martino) contro i 119 mila euro di quello dell’Asl 3, i 122 mila di quello dell’Asl 2 savonese o i 138 mila circa di quello dell’Asl 5 spezzina». Il giallo si infittisce quando dalla Regione, nel pomeriggio le cifre che arrivano sono diverse, ben più basse. Ma Della Bianca non molla. (...)