Giallorosse vincenti al ritorno in serie A

Come il primo giorno di scuola. Questa era la sensazione che si respirava ieri pomeriggio sul campo brianzolo della Fiammamonza. Un primo giorno di scuola che le ragazze della Roma femminile di hanno rivissuto a distanza di 32 anni tornando a disputare partite nel calcio che conta, quello della serie A. Un clima di eccitazione che ha coinvolto tutti, anche ragazze (e allenatori) che alla massima serie ci erano abituati. «Ma - aveva dichiarato alla vigilia Giampiero Serafini, uno dei due mister in coabitazione con Fabio Cola - quest’esordio ha un sapore particolare, conquistato con il sudore della fronte dopo due promozioni consecutive dalla serie B». E alla prima uscita, malgrado il valore delle avversarie e qualche assenza (infortunate Serra, Volpi e Giovanetti, ancora senza transfer Pasqui e Gori), la Roma ha vinto 2-0. Eppure il primo tempo era stato dominato dall’esperienza delle brianzole, che in due occasioni sono andate vicine al gol. Poi, nel secondo tempo, grazie anche a qualche aggiustamento apportato dai mister, a partire dal 15’ in campo è stata solo Roma. E i risultati si sono visti verso fine gara: al 37’ con una bella punizione di Salesi deviata in angolo dal portiere. Corner calciato da Mazzantini, colpo di testa di Marchio e Salesi insacca. Il gol del vantaggio dà ancora più morale alle giallorosse tanto che dieci minuti dopo, in pieno recupero, Bischi (da poco subentrata a Deiana), grazie a un bellissimo cross della primavera Montanari, metteva il sigillo sul raddoppio. Non c’è che dire: un bel primo giorno di scuola per la Roma in rosa. Ma bisogna stare con i piedi per terra: la serie A è sempre la serie A.